CCNL settore turismo

Il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del settore turismo

I lavoratori del settore turistico sono regolati da uno specifico Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL), che disciplina i rapporti di lavoro tra le aziende e il relativo personale dipendente, sia esso a tempo determinato, indeterminato o in apprendistato.

Il CCNL del settore turismo ha validità triennale ed suddiviso in due parti:

– la parte generale, che disciplina gli aspetti comuni a tutti i comparti del turismo come classificazione del personale, mercato del lavoro, il rapporto di lavoro, il trattamento economico, la risoluzione del rapporto di lavoro;

– la parte speciale, che per ciascun comparto disciplina in modo specifico alcuni aspetti come la classificazione del personale, l’orario di lavoro, i trattamenti salariali, i contratti a termine, il trattamento di fine rapporto.

Questa è una guida completa per conoscere i dettagli di ogni tipo di contratto, i vari livelli, le mansioni e le retribuzioni.

Spiega inoltre come funziona il periodo di prova e la relativa durata, il preavviso da rispettare in caso di dimissioni e le tutele in caso di malattia.

Per tutti gli specifici impieghi sussistono le medesime norme relative ai periodi di prova, i preavvisi per le dimissioni e le tutele in caso di malattia.

I comparti interessati dal CCNL Turismo

Le tipologie di imprese interessate sono:

– Alberghi, hotel, pensioni e strutture che si occupano dell’ospitalità del turista

– Approdi marittimi e altri insediamenti per l’accoglienza turistica

– Insediamenti balneari

– Rifugi alpini

– Pubblici esercizi

– Imprese di viaggi e turismo

– Alberghi Diurni

– Campeggi e villaggi

CCNL Aziende Alberghiere

Il CCNL Aziende Alberghiere include i seguenti comparti:

a) alberghi, hotels meublés, alberghi specializzati per il soggiorno degli anziani, pensioni e locande; ristoranti, self-services, tavole calde, caffè e bar annessi; servizio di mensa per il personale dipendente; collegi, convitti e residenze universitarie; ogni altra attrezzatura ricettiva munita o non di licenza di esercizio alberghiero;

b) taverne, locali notturni, caffè, mescite e altri esercizi di cui al successivo punto III annessi agli alberghi e pensioni con licenze separate e con personale adibito prevalentemente ad essi in quanto formino parte integrante del complesso dell’azienda alberghiera e purché vi sia gestione diretta dell’albergatore;

c) ostelli; residences, villaggi turistici;

d) colonie climatiche e attività similari;

e) centri benessere integrati in aziende alberghiere

Approfondisci tabella retributiva

Livello

Minimo

Indennità di funzione

Totale

Scatto anzianità

Quadro A

2.210,16

75

2.285,16

40,8

Quadro B

2.046,20

70

2.116,20

39,25

Primo Livello

1.906,44

1.906,44

37,7

Secondo Livello

1.742,47

1.742,47

36,15

Terzo Livello

1.643,37

1.643,37

34,86

Quarto Livello

1.550,69

1.550,69

33,05

Quinto Livello

1.454,28

1.454,28

32,54

Sesto Livello Super

1.398,37

1.398,37

31,25

Sesto Livello

1.378,55

1.378,55

30,99

Settimo Livello

1.291,81

1.291,81

30,47

CCNL Approdi Marittimi

Il CCNL Approdi Marittimi include i seguenti comparti:

a) porti turistici, approdi turistici, punti di ormeggio.

Approfondisci tabella retributiva

Livello

Minimo

Indennità di funzione

Totale

Scatto anzianità

Settimo Livello Quadro

2.371,78

225

2.596,78

36,07

Settimo Livello

2.371,78

2.371,78

36,07

Sesto Livello

2.088,90

2.088,90

34,39

Quinto Livello

1.816,06

1.816,06

30,46

Quarto Livello

1.716,30

1.716,30

29,34

Terzo Livello

1.513,69

1.513,69

25,75

Secondo Livello

1.374,80

1.374,80

24,41

Primo Livello

1.309,87

1.309,87

23,73

CCNL Insediamenti Balneari

Il CCNL Insediamenti Balneari include i seguenti comparti:

a) stabilimenti balneari marini, fluviali, lacuali e piscinali.

Approfondisci Tabella retributiva

Livello

Minimo

Contingenza

Indennità

Totale

Scatto anzianità

Quadro A

1.616,04

542,7

75

2233,74

40,8

Quadro B

1.459,31

537,59

70

2.066,90

39,25

Primo Livello

1.322,08

536,71

1.858,79

37,7

Secondo Livello

1.165,37

531,59

1.696,96

36,15

Terzo Livello

1.070,88

528,26

1.599,14

34,86

Quarto Livello

982,75

524,94

1.507,69

33,05

Quinto Livello

890,14

522,37

1.412,51

32,54

Sesto Livello Super

836,68

520,64

1.357,32

31,25

Sesto Livello

817,23

520,51

1.337,74

30,99

Settimo Livello

733,64

518,45

1.252,09

30,47

CCNL Rifugi Alpini

Il CCNL Rifugi Alpini include i seguenti comparti:

a) Rifugi alpini

CCNL Pubblici Servizi

Il CCNL Pubblici Servizi include i seguenti comparti:

a) ristoranti, sia di tipo tradizionale che self-services, fast-foods, trattorie, tavole calde, osterie con cucina, pizzerie, rosticcerie, friggitorie e similari;

b) piccole pensioni, locande, piccole trattorie ed osterie con cucina, che abbiano non più di nove camere per alloggio;

c) caffè, bar, snack bar, bottiglierie, birrerie, fiaschetterie, latterie ed ogni altro esercizio ove si somministrano e vendono alimenti e bevande di cui agli articoli 3 e 5 della legge 25 agosto 1991 n. 287;

d) chioschi di vendita di bibite, gelati e simili;

e) gelaterie, cremerie;

f)  negozi di pasticceria e confetteria, reparti di pasticceria e confetteria annessi a pubblici esercizi;

g) locali notturni, sale da ballo e similari; sale da biliardo e altre sale giochi autorizzate dalla vigente normativa;

h) laboratori di pasticceria e confetteria anche di natura artigianale;

i) posti di ristoro sulle autostrade;

l) posti di ristoro nelle stazioni ferroviarie (buffets di stazione), aeroportuali, marittime, fluviali, lacuali e piscinali; servizi di ristorazione sui treni; ditte appaltatrici dei servizi di ristorazione sulle piattaforme petrolifere;
m) aziende addette alla preparazione, confezionamento e distribuzione dei pasti (catering ed altre);

n) aziende per la ristorazione collettiva in appalto (mense aziendali e simili) e servizi sostitutivi di mensa;

o) spacci aziendali di bevande (bar aziendali e simili);

p) pubblici esercizi sopra elencati annessi a stabilimenti balneari, marini, fluviali, lacuali e piscinali, ad alberghi diurni, a palestre e impianti sportivi;

q) aziende per la somministrazione al domicilio del cliente;

r) ogni altro esercizio in cui si somministrano alimenti e bevande;

s) parchi a tema.

Approfondisci Tabella retributiva

Livello

Minimo

Contingenza

Indennità

Totale

Scatto anzianità

Quadro A

1.616,04

542,7

75

2233,74

40,8

Quadro B

1.459,31

537,59

70

2066,9

39,25

Primo Livello

1.322,08

536,71

1858,79

37,7

Secondo Livello

1.165,37

531,59

1696,96

36,15

Terzo Livello

1.070,88

528,26

1599,14

34,86

Quarto Livello

982,75

524,94


1507,69

33,05

Quinto Livello

890,14

522,37

1412,51

32,54

Sesto Livello Super

836,68

520,64

1357,32

31,25

Sesto Livello

817,23

520,51

1337,74

30,99

Settimo Livello

733,64

518,45

1252,09

30,47

CCNL Imprese di Viaggi e Turismo

Il CCNL Imprese di Viaggi e Turismo include i seguenti comparti:

a) imprese di viaggi e turismo, intendendosi per tali, indipendentemente dalla definizione compresa nella ragione sociale o indicata nella licenza di esercizio e dalla denominazione delle eventuali dipendenze (Agenzie, Uffici, Sedi, Filiali, Succursali, ecc.) le imprese che svolgono in tutto o in parte le attività di cui all’articolo 1, punto 4, del decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 13 settembre 2002;

b) operatori privati, associazioni del tempo libero, culturali, religiose, studentesche giovanili e simili, in quanto svolgano attività di intermediazione e/o organizzazione turistica comunque esercitata.

Approfondisci Tabella retributiva

Livello

Minimo

Contingenza

Indennità

Totale

Scatto anzianità

Quadro A

1.542,04

542,7

75

2.159,74

40,8

Quadro B

1.392,49

537,59

70

2.000,08

39,25

Primo Livello

1.261,54

536,71

1.798,25

37,7

Secondo Livello

1.112,00

531,59

1.643,59

36,15

Terzo Livello

1.021,85

528,26

1.550,11

34,86

Quarto Livello

937,75

524,94

1.462,69

33,05

Quinto Livello

849,38

522,37

1.371,75

32,54

Sesto Livello Super

798,37

520,64

1.319,01

31,25

Sesto Livello

779,81

520,51

1.300,32

30,99

Settimo Livello

700,05

518,45

1218,5

30,47

CCNL Alberghi Diurni

Il CCNL Alberghi Diurni include i seguenti comparti:

a) Locali che forniscono servizi vari (ingienici, parrucchieri, ma non il pernottamento)

Approfondisci tabella retributiva

Livello

Minimo

Indennità di funzione

Totale

Scatto anzianità

Quadro A

2.210,16

75

2.285,16

40,8

Primo Livello

1.906,44

1.906,44

37,7

Secondo Livello

1.742,47

1.742,47

36,15

Terzo Livello

1.643,37

1.643,37

34,86

Quarto Livello

1.550,69

1.550,69

33,05

Quinto Livello

1.454,28

1.454,28

32,54

Sesto Livello Super

1.398,37

1.398,37

31,25

Sesto Livello

1.378,55

1.378,55

30,99

Settimo Livello

1.291,81

1.291,81

30,47

CCNL Campeggi e Villaggi

Il CCNL Campeggi e Villaggi include i seguenti comparti:

a) Strutture ricettive allestite su aree recintate destinate alla sosta e al soggiorno di turisti in prevalenza provvisti di  propri mezzi mobili di pernottamento
b) Strutture che possono disporre di unita’ abitative mobili, quali tende, roulotte o caravan, mobilhome o maxicaravan, autocaravan o camper, e di unita’ abitative fisse, per la sosta e il soggiorno di turisti sprovvisti di propri mezzi mobili pernottamento.

Approfondisci tabella retributiva

Livello

Minimo

Indennità di funzione

Totale

Scatto anzianità

Quadro A

2.210,16

75

2.285,16

40,8

Quadro B

2.046,20

70

2.116,20

39,25

Primo Livello

1.906,44

1.906,44

37,7

Secondo Livello

1.742,47

1.742,47

36,15

Terzo Livello

1.643,37

1.643,37

34,86

Quarto Livello

1.550,69

1.550,69

33,05

Quinto Livello

1.454,28

1.454,28

32,54

Sesto Livello Super

1.398,37

1.398,37

31,25

Sesto Livello

1.378,55

1.378,55

30,99

Settimo Livello

1.291,81

1.291,81

30,47

Periodo di prova

La durata del periodo di prova varia in base ai livelli di assunzione: più è alto il livello maggiore sarà il periodo che può variare anche a discrezione del datore di lavoro.

Livelli

Giorni

Livelli A e B

180 (giorni di effettivo lavoro)

Livello 1

150 (giorni di lavoro effettivo)

Livello 2

75 (giorni di lavoro effettivo)

Livello 3

45 (giorni di lavoro effettivo)

Livello 4 e 5

30 (giorni di lavoro effettivo)

Livello 6S

20 (giorni di lavoro effettivo)

Livello 6 e 7

15 (giorni di lavoro effettivo)

Il periodo di prova sussiste sia per i contratti a tempo indeterminato che a tempo determinato. Durante il periodo, le parti possono chiudere il rapporto di lavoro senza alcun preavviso, quindi l’azienda può licenziare il lavoratore e, allo stesso modo, quest’ultimo può dare le sue dimissioni, anche in tronco.

Dimissioni – preavviso

Le dimissioni devono rispettare un termine di preavviso che dipendono dall’inquadramento contrattuale ma anche dall’anzianità di servizio: più alto è il livello contrattuale e più sono gli anni di lavoro presso questa azienda, maggiore sarà il tempo di preavviso da dare.

Termini di preavviso

Di seguito la tabella indicante i termini di preavviso per tutti i livelli e le anzianità di servizio:

FINO A 5 ANNI COMPIUTI DI SERVIZIO
Quadri A e B Livello

4 mesi di calendario

1° livello

2 mesi di calendario

2°, 3° livello

1 mese di calendario

4°, 5° livello

20 giorni di calendario

6°S, 6° 7° livello

15 giorni di calendario

FINO A 5 ANNI COMPIUTI DI SERVIZIO
Quadri A e B Livello

5 mesi di calendario

1° livello

3 mesi di calendario

2°, 3° livello

45 giorni di calendario

4°, 5° livello

30 giorni di calendario

6°S, 6° 7° livello

20 giorni di calendario

FINO A 10 ANNI COMPIUTI DI SERVIZIO
Quadri A e B Livello

6 mesi di calendario

1° livello

4 mesi di calendario

2°, 3° livello

2 mesi di calendario

4°, 5° livello

45 giorni di calendario

6°S, 6° 7° livello

20 giorni di calendario

LAVORATORI TEMPO INDETERMINATO E ALBERGHI DI STAGIONE
Lavoratori Tempo indeterminato
e alberghi di stagione
15 giorni

Malattia

In caso di malattia si ha diritto al congedo: è sufficiente recarsi dal medico di famiglia che redigerà un certificato inviando comunicazione all’INPS.

Sarà l’INPS  stesso che avviserà il datore di lavoro.

Periodo di comporto: se ci si assenta per malattia, si ha diritto a mantenere il proprio posto di lavoro per 180 giorni. Se ci si ammala più volte durante l’anno, i periodi di malattia si sommano e, una volta superati i 180 giorni di assenza in un anno, l’azienda potrà licenziare il proprio dipendente.

Retribuzione in caso di malattia

In caso di malattia, si ha diritto alla seguente indennità (in busta paga, come se fosse un normale stipendio):

  • 75% della retribuzione giornaliera, per i giorni di assenza dal quarto al ventesimo;
  • 100% dal ventunesimo giorno in poi.

Il primo giorno è a carico del lavoratore; il secondo e il terzo giorno sono a carico dell’azienda. Se però la malattia dura più di tre giorni, allora questi primi tre giorni sono tutti a carico dell’azienda.

Inquadramenti contrattuali e classificazione del personale

Inquadramenti contrattuali e classificazione del personale

Strumenti utili

Testi che possono aiutare a conoscere il CCNL turismo:

Il Contratto di lavoro Turismo: imprese e agenzie di viaggio – Pubblici Esercizi