Strumenti e Utilità

Come costruire una carriera nel turismo

Costruire una carriera professionale nel settore del turismo richiede passione e costanza.

In più, oggi, per fare strada occorre avere un titolo di studio adeguato.

Perché ogni mansione richiede competenze specifiche e, contemporaneamente, requisiti precisi.

Alcuni di questi requisiti sono più richiesti di altri.

Si tratta, specificatamente, del diploma di alberghiero.

Ma naturalmente una laurea nel turismo ha un maggiore peso specifico.

Così come i master in turismo e ospitalità alberghiera.

I percorsi di laurea privilegiati sono: economia, lingue, culture moderne e, soprattutto, comunicazione.

Anche l’Erasmus è un buon trampolino di lancio: in particolare è utile per la conoscenza linguistica che consente di acquisire.

Tra le competenze che incrementano le possibilità di fare carriera, poi, c’è l’esperienza professionale pregressa.

Ad esempio, vantare un percorso lavorativo di dieci anni, specie in aziende importanti, è un ottimo requisito.

Soprattutto se tali esperienze sono state maturate presso aziende straniere.

In ogni caso, tra gli strumenti che aiutano a trovare lavoro e avere successo c’è sicuramente il Master post-laurea.

Cosa offre un Master nel turismo?

In primis opportunità di lavoro concrete, grazie alle offerte provenienti dagli hotel partner del Master.

Poi lezioni mirate e lavori di gruppo.

In più una Certificazione ufficiale rilasciata da un’istituzione riconosciuta a livello internazionale.

Infine l’opportunità di ottenere delle borse di studio per continuare a investire sulla formazione

Un requisito sempre attuale è una buona conoscenza delle lingue straniere e degli strumenti informatici.

Conoscere il web e i social è fondamentale

Il mondo del web è in costante cambiamento e crescita. È necessario, perciò, avere conoscenze specifiche.

A partire dalla grafica di un sito Internet fino al funzionamento dei motori di ricerca.

Più di tutto, però, conta imparare a gestire i Social Network.

Ciò significa anche monitorare la web reputation dell’azienda con cui si collabora, studiando strategie utili a promuoverne l’immagine incrementandone i guadagni.

Grazie ai social, inoltre, si ha la possibilità di creare delle communities: punto di ritrovo in cui gli utenti del web discutono, confrontandosi sugli hotel e sulle destinazioni.

Si crea, così, un passaparola che può decretare il successo o il fallimento di strutture recettive e imprese turistiche.

Un solo settore, tante aree professionali

Il settore turistico conta aree professionali diverse.

Non tutti sanno, ad esempio, che comprende anche il food & beverage.

Tra l’altro i Food & Beverage Manager sono sempre più richiesti sul mercato.

Maggior numero di ambiti significa maggiore crescita occupazionale e maggiori opportunità per i giovani.

Si va dall’alberghiero, passando per i tour operator, fino ad arrivare al web.

Per chi preferisce un’opportunità lavorativa stagionale, esistono molte aziende che cercano personale solo in determinati mesi dell’anno.

Può essere un’occasione utile per chi è alla ricerca di un primo lavoro o non ha esperienza e vuole familiarizzare con il settore turistico.

Ed è adatto a chi non teme la flessibilità, anche se ciò comporta in alcuni casi un adeguamento contrattuale orientato al part-time.

Le nuove figure professionali: il web

Molte delle nuove figure professionali sono legate al mondo del web.

Tra queste, ad esempio, c’è l’E-reputation manager, che si occupa di controllare e creare il passaparola in rete.

Il search engine optimizer, (tra le professioni più innovative nel settore) invece, studia costantemente l’indicizzazione per rendere una pagina web rilevante per i motori di ricerca.

Il web analyst analizza la tipologia di navigazione degli utenti per migliorare le performance di un sito.

Il community manager si occupa della gestione sia delle comunità virtuali che dei gruppi in cui sono presenti operatori della ricettività.

Obiettivo? Scoprire le mete turistiche più ambite.

La figura dell’All-line advertiser costruisce le campagne di e-marketing.

Mira ad instaurare un rapporto diretto con i clienti delle strutture, in modo da poter anticipare i loro desideri e creare dei pacchetti personalizzati.

Gli obiettivi richiesti sono sempre a lungo termine.

Mentre la pianificazione a più ampio raggio, a livello promozionale, viene affidata all’Advertising Manager.

Il transmedia web editor cura la gestione e l’ideazione dei contenuti presenti sulle pagine web aziendali. (Vedi anche Web Content Specialist).

La capacità richiesta nel momento dell’assunzione è quella di riuscire a interagire con gli utenti per creare dibattito su quanto è stato precedentemente pubblicato.

Il content curator: seleziona le fonti web ed esamina a sua volta le notizie presenti sui siti della concorrenza.

I ruoli orientati all’ambito gestionale e comunicativo

Nel corso degli anni il turista ha cambiato le sue esigenze di viaggio.

Oggi vuole vivere esperienze legate al territorio.

Il suo desiderio è quello di sperimentare il più possibile i costumi e le attrattive locali.

Sia che si tratti di percorsi di benessere, che di esperienze gastronomiche o attività sportive tipiche del luogo.

Per questo si assiste allo sviluppo di altre figure professionali, non presenti fino a qualche anno fa.

C’è il consulente viaggi, specializzato sulle diverse proposte di vacanze su misura grazie a corsi di formazione ad hoc.

Il channel manager, invece, gestisce i canali commerciali, la reportistica e il sito internet aziendale.

Il suo compito è quello di trovare la giusta comunicazione per l’azienda e analizzare i dati – anche della concorrenza – per ideare offerte personalizzate.

Investire sulla formazione è la chiave per trovare lavoro

L’innovazione, in ogni settore, porta sempre alla nascita di nuove figure professionali.

Restare al passo coi tempi significa anche formarsi prima degli altri in alcuni ambiti inesplorati.

Avere l’intuizione di capire quando è il momento giusto per investire sulla propria formazione è ciò che fa la differenza ai fini di un’assunzione.

Il turismo consente di lavorare in numerose aree.

Esistono, ad esempio, settori dedicati al turismo balneare, montano, termale, sportivo, culturale, studentesco, religioso, congressuale, sostenibile, naturalistico e di affari .

In questo post abbiamo visto come costruire una carriera nel turismo e quali sono le figure professionali più richieste.

Se questo articolo ti è piaciuto, puoi condividerlo all’interno della tua pagina social.

Se vuoi restare aggiornato, leggi tutte le ultime news sul portale FormazioneTurismo.com.

Commenti dei lettori

Nessun commento su questo articolo

Lascia la tua opinione