Figure professionali

Diventare e lavorare come Direttore di stabilimento balneare

Il Direttore di stabilimento balneare è il responsabile dell’organizzazione e della gestione di un’impresa balneare. Egli sovrintende a tutte le attività dello stabilimento, definendo strategie ed obiettivi da raggiungere, a partire dagli adempimenti burocratici ed amministrativi.

Descrizione della professione

Il Direttore di stabilimento balneare può essere un vero e proprio manager che investe dei capitali, inventa, produce ed organizza i servizi di cui usufruiscono i clienti. E’ la figura professionale posta al vertice della struttura, anche se a sua volta può dipendere dal titolare, qualora le due figure non coincidano.

Il Direttore di stabilimento balneare deve avere specifiche competenze in ambito manageriale e nel settore del marketing, nonché possedere delle buone basi di economia, di tecnica di bilancio, di contabilità aziendale ed una buona conoscenza della normativa di riferimento. Esso deve inoltre conoscere bene il mercato, il funzionamento dell’azienda e la sua diretta concorrenza.

Dal momento che questo tipo di professione è caratterizzata dall’interazione costante e continua con altri soggetti, è necessario che il Direttore di stabilimento balneare sappia anche gestire il personale, trattare con i clienti e lavorare in team; egli deve inoltre conoscere almeno una lingua straniera, specialmente quando si lavora in località turistiche in cui la clientela è di tipo internazionale.

I compiti del Direttore di stabilimento balneare riguardano la supervisione dei servizi, la verifica costante del budget e la gestione delle risorse umane; esso inoltre verifica che non si determinino disservizi che possano nuocere al buon funzionamento della struttura ed eventualmente interviene al riguardo, attraverso modifiche dei prezzi, variazioni dell’offerta, ristrutturazioni, etc.

Egli è il responsabile della pianificazione e dell’organizzazione del lavoro di tutto il personale che lavora all’interno della sua struttura: Assistente bagnanti, Responsabile servizi a mare, Addetti alla reception, ai servizi e alla ristorazione, Animatori e Personale amministrativo. Il Direttore di stabilimento balneare ha infine il compito di pianificare e decidere i prezzi al pubblico, in accordo con la proprietà, anche sulla base delle spese aziendali complessive e della qualità dei servizi offerti, nonché di curare l’amministrazione e la contabilità dell’impresa.

Sbocchi professionali

Il Direttore di stabilimento balneare, oltre ad essere una figura manageriale complessa con un ruolo dirigenziale, è una professione che spesso necessita anche di forza muscolare ed abilità manuali per poter far fronte ad eventuali piccole necessità organizzative (per questi motivi in questa professione gli uomini sono più numerosi delle donne, circa l’85-90%).

Il Direttore di stabilimento balneare deve essere un imprenditore dinamico, sempre alla ricerca di nuovi servizi e di elementi di attrazione; deve inoltre essere in grado di assecondare o anticipare i gusti, le tendenze e i bisogni dell’utenza. Questo tipo di figura professionale può assumere una caratterizzazione sempre maggiore ed acquisire sempre più importanza, basti pensare alla trasformazione degli stabilimenti balneari in veri e propri piccoli villaggi vacanze in alcune parti d’Italia, che presentano un’offerta differenziata con una molteplicità di servizi.

Se il Direttore di stabilimento balneare non è anche il titolare della struttura, dopo aver maturato una buona esperienza e disponendo di adeguate risorse economiche, può comunque pensare di acquistarla o di gestirla.

Il luogo di lavoro del Direttore di stabilimento balneare è appunto l’area dello stabilimento balneare e quindi la parte di spiaggia che ricade nella propria concessione, con tutte le sue strutture accessorie (cabine, bar, ristorante, reception, parcheggio, punto di accoglienza, ecc.).

L’attività è svolta prevalentemente in forma autonoma e raramente in maniera continuativa; nel periodo invernale (o comunque fuori stagione) il Direttore di stabilimento balneare coordina i lavori di manutenzione della struttura e può svolgere anche altre attività lavorative. Generalmente esso opera con un elevato livello di autonomia, incontrando limiti solo nel caso in cui la figura del Direttore di stabilimento balneare e del titolare dell’impresa balneare non coincidano.

Se il Direttore di stabilimento balneare è anche il titolare, i suoi guadagni sono proporzionali al reddito d’impresa. In caso contrario, la sua retribuzione è di circa 22/24mila euro lordi annui, anche se va ricordato che la stagione balneare difficilmente dura più di quattro-cinque mesi l’anno, per cui facilmente verrà concordata una retribuzione stagionale.

Formazione e requisiti per l’accesso al ruolo

Non esiste un percorso formativo codificato per la figura professionale Direttore di stabilimento balneare; tuttavia, dal momento che egli dovrà possedere competenze sia di tipo tecnico-specialistico, sia di taglio imprenditoriale e manageriale, la formazione di base sarà costituita almeno da un diploma di scuola media superiore.

Profili formali correlati

Le figure professionali che maggiormente si avvicinano a quella di Direttore di stabilimento balneare hanno caratteristiche affini alle altre figure di direttori di imprese di pubblici esercizi, in particolare per quanto riguarda il rapporto con il pubblico, gli aspetti organizzativi, di gestione delle risorse umane e di coordinamento.

Sei Direttore di stabilimento balneare o aspiri a diventarlo? Partecipa alle discussioni nel Forum degli operatori del turismo, racconta il tuo lavoro, incontra i tuoi colleghi, condividi le tue esperienze.

Commenti dei lettori

Nessun commento su questo articolo

Lascia la tua opinione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*